“Parliamo di solidarietà ed arginiamo la diffusione del seme della violenza”

Attività Sociale 2018/2019

La “violenza” pervade quotidianamente la società dei nostri giorni.

 

Di violenza diffusa è circondata la nostra vita quotidiana nelle strade, nelle scuole, in famiglia, in televisione. Tale fenomeno coinvolge la nostra coscienza e sollecita la nostra riflessione morale, culturale e politica.

 

Viviamo in un clima generale di propensione verso l’aggressività che si manifesta nelle maniere e nei luoghi sempre più diversificati e che si amplifica attraverso l’utilizzo anche improprio degli strumenti telematici come il WEB o i social media.

 

Le cause del triste fenomeno sono varie e complesse e, tra queste, c’è da considerare il dilagante egoismo individuale e collettivo che traina la vita di oggi e sta soppiantando uno dei valori fondanti del nostro modo di essere: la solidarietà!

 

Tale progetto, svolto in collaborazione con la UIL Scuola e con il patrocinio del Forum Nazionale Giovani e della Rete NEAR (Network giovanile antidiscriminazione), vuole pertanto promuovere un’azione che, nel mettere al centro la solidarietà verso le scuole delle aree del reatino colpite dal devastante sisma del 2016, stimoli una generale riflessione sugli strumenti da mettere in campo per frenare la diffusione incontrollata di intolleranza, discriminazioni, incitamenti all’odio attraverso anche false notizie mediatiche.

 

Le parole non sono solo uno strumento di comunicazione, una modalità tramite cui vengono espressi concetti ed idee. Le parole rappresentano il punto di partenza del susseguirsi delle azioni: da parole violente, seguono intenzioni violente, e magari, azioni violente.

 

Tale azione progettuale, vuole mettere al centro dell’attenzione dei giovani altre “parole” attraverso un progetto solidale che ha come obiettivo la sensibilizzazione contro la violenza e la costruzione di un argine alle pratiche ed ai linguaggi negativi che diffondono il seme della violenza.

 

L’iniziativa di solidarietà sociale promuove l’indizione del concorso a premi “Parliamo di solidarietà ed arginiamo la diffusione del seme della violenza”, tra le scuole medie e superiori dei Comuni del reatino colpiti dal sisma, con il duplice obiettivo:

 

  • Sensibilizzare gli studenti sui valori della solidarietà e della non violenza favorendo nelle scuole un dibattito sulle cause e sui modi di aggredire fenomeni di violenza morale, verbale, mediatica e fisica in ambito scolastico, lavorativo, familiare e sociale;
  • Dotare di strumenti didattici multimediali le scuole degli studenti che, a giudizio di una Commissione giudicatrice, abbiano svolto il migliore elaborato sul tema.